Imprenditore professionale e professioni intellettuali protette, non protette

Diritto-commerciale-appunti

Cosa significa imprenditore professionale?

L’imprenditore non è colui che svolge l’attività produttiva in maniera esclusiva ma professionalità significa NON occasionalità. Le attività stagionali sono attività di impresa, quindi anche gli albergatori, gli stabilimenti balneari che lavorano 3-4 mesi all’anno. Se lo fanno sistematicamente da un anno all’altro vi è la continuità.
Vi può essere pertanto impresa anche se l’attività è stagionale.

La professionalità è compatibile con un unico affare. Vi sono certe attività produttive che si esauriscono in un unico affare.
Un affare unico, isolato. VI è compatibilità fra l’attività svolta professionalmente e l’unico affare se l’affare è economicamente rilevante.

Ad esempio nell’organizzazione di un unico concerto: magari si ha bisogno dello stadio, dei biglietti, della pubblcità ecc in un unico affare.
Se compissimo quest’unico affare acquisteremmo comunque la qualifica di imprenditore.

 

Articolo 2238 codice civile –

Se l’esercizio della professione costituisce elemento di un’attività organizzata in forma d’impresa si applicano anche le disposizioni del titolo secondo.

Questo articolo è contenuto nella parte del libro 5 del codice civile dedicata alle professioni intellettuali.
Nel nostro ordinamento esistono attività di prestazione di servizi che pur avendo tutti i requisiti del 2082 NON sono attività d’impresa ma sono attività cosìdette libero-professionali, le cosìdette professioni intellettuali.
Quando parliamo di professioni intellettuali parliamo di professionisti intellettuali che svolgono attività nelle quali possiamo riconoscere tutti gli elementi dell’articolo 2082.
I soggetti che intraprendono l’attività di professione intellettuale NON SONO IMPRENDITORI.
La distinzione fra imprenditori e professionisti intellettuali svolge su una TRADIZIONE storica, un retaggio storico.
Si tratta quindi dell’eredità arrivata fino ai giorni nostri che sotto la pressione della realtà comincia a perdere pezzi.
Esistono professioni intellettuali PROTETTE e professioni intellettuali NON PROTETTE.

Quando parliamo di professioni intellettuali parliamo di attività di prestazione di servizi caratterizzate da un componente di attività intellettuale indispensabile.
Un altro carattere è la personalità del professionista, che è una persona fisica che ha sviluppato nel corso del tempo competenze ed esperienze specifiche nel settore in cui si trova. (es medico, architetto, ingegnere, ecc).
Questo fa si che vi sia un rapporto personale verso il cliente. La personalità del lavoro verso il cliente rappresenta un carattere del professionista intellettuale.
Infine vi è un ultimo carattere: il professionista assume un’obbligazione di mezzi e non di risultato. Quindi il professionista si impegna a svolgere l’attività con la necessaria diligenza, mettendo in campo l’esperienza e la conoscenza adeguata al compito che gli è stato conferito.

L’articolo 2238 ci dice che non è escluso che un libero professionista possa essere anche un imprenditore.
Il medico, così come l’ingegnere non necessariamente sono sempre liberi professionisti perchè se sono assunti ad esempio da una casa di cura diventano dipendenti e si arriva all’inquadratura differente.
Mia sorella è un medico ma lavora in poliambulatorio: è una dipendente.

Professioni intellettuali protette e non protette:

Con la prima espressione ci riferiamo a quelle professione per l’esercizio delle quali è necessaria l’iscrizione in un albo.
Mancando l’iscrizione nell’albo NON potete esercitare tale professione.
Quando esiste un albo di un ordine professionale CHI VI È ISCRITTO È UN LIBERO PROFESSIONISTA.
Se manca però un albo a cui iscriversi abbiamo delle difficoltà e pertanto la giurisprudenza ci dà delle indicazioni che vanno verificate caso per caso.
Bisogna verificare se l’attività a cui ci riferiamo ha quindi un contenuto intellettuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*