Il teatro nel rinascimento: riassunto e schema didattico

Parlare di Rinascimento vuol dire parlare di un ambito cronologico che va dal 1400 al 1500 e del periodo che coincide con la riscoperta del teatro che nel Medioevo era stato monopolizzato dalle rappresentazioni religiose o dalle giullarate.

Nel Rinascimento lo spazio scenico e i generi ritornano ad avere uno spessore; il teatro diventa il luogo “profano” per ospitare lo spettacolo teatrale (come era in Grecia).

I primi teatri moderni sorgono a Padova e a Vicenza (inoltre, sempre nel padovano, sorge la commedia dell’arte intorno alla metà del 1500).

Si usa l’esperienza del teatro greco-romano tramandata da Vitruvio nel suo De architectura che diviene un vero e proprio manuale per la costruzione del teatro (il Teatro olimpico di Vicenza è uno dei teatri costruiti secondo le sue indicazioni).

Contemporaneamente Sebastiano Serlio scrive un trattato in cui parla dela necessità di fare una scena dipinta, dell’uso della prospettiva e di dare delle indicazioni per la recitazione agli attori (è la prima volta che si parla della scenografia così come la intendiamo noi oggi).

Lo spettatore ci sceglie, vuole delle rappresentazioni, e deve essere accompagnato.

Lo spettacolo nel Rinascimento iniziò ad assumere un particolare significato di auto-celebrazione delle grandi famiglie; le grandi case si rendono conto che più uno spettacolo diventa ricco e “competitivo” più il casato ottiene importanza: dunque si fa viva la necessità di avere un luogo dove tenere queste rappresentazioni (anche questo serve a mostrare la magnificenza della famiglia) e iniziarono così anche le competizioni fra le singole città portate avanti con le costruzioni di teatri.

Si celebrava la propria potenza riunendosi in uno spazio scenico; erano le compagnie teatrali che giravano.

Nel 1580 (data di comodo) inizia la costruzione del teatro olimpico di Vicenza progettato dall’architetto Andrea Palladio e realizzato dalla cosiddetta accademia degli olimpici.

Spazio molto bello e molto ricco viene considerato il primo edificio teatrale moderno nonchè il primo ad essere costruito dopo l’età greco-romana.

Palchetti costruiti per i nobili e gli aristocratici spesso soggetti ad incendi (es. teatro della Fenice a Venezia).

(appunti univeristari)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*