Il teatro medievale: riassunto breve e schema didattico

_______________
____________________
____________________
 
 
 
 
 

In questo articolo parleremo in maniera riassuntiva e schematica del teatro medievale (476-1492).

Le forme di spettacolo del periodo medievale risentono della dura condanna della fede cristiana contro lo spettacolo: molti filosofi e teorici vedono nello spettacolo un genere da condannare (es. Tertulliano “Sugli spettacoli” II sec – simbolo del paganesimo e dell’idolatria quindi va condannata)

Il teatro romano abbandona l’idea di spettacolo educativo per privilegiare la spettacolarità dei giochi (combattimenti gladiatori,tauromachie ecc.)- attrazione peccaminosa

Condanna sociale dalla Chiesa e dall cultura ufficiale- x conseguenza della condanna degli istriones anche i luoghi dello spettacolo vengono, in alcuni casi, abbattuti e disertati venendo usati per altre funzioni.

Questa condanna che provoca il tracollo va di pari passo con l’impossibilità di usare una sola lingua per la comunicazione teatrale. Diventa impossibile trovare una sola lingua per comunicare con tutti i popoli.

TEATRO RELIGIOSO

La Chiesa capisce l’importanza dello spettacolo come mezzo di comunicazione con i fedeli quindi lo terrà vivo come spettacolo religioso per comunicare la dottrina cristiana nella sua forma più semplice. Non a casa il teatro medievale si svolge nelle chiese e nelle basiliche dove vengono allestite delle Sacre rappresentazioni che coincidono con il calendario liturgico (es, via crucis).

Questo tipo di rappresentazioni avranno un ampio successo fino al 1500 tanto che ci saranno compagnie teatrali che se ne occupano; hanno talmente tanto successo che la chiesa non riesce più a tenerlo e si sviluppa in tutta la città con diverse modalità.

Queste rappresentazioni erano interpretate solo da uomini (spesso appartenenti al clero).

es. Quem Quaeritis (Chi cercate?) le tre Marie che cercano Gesù

La spettacolarità si riprendeva in alcuni momenti del calendario liturgico (Carnevale la festa dei folli); all’interno di questi momenti si sviluppa un personaggio molto importante: Il giullare. Importante perché mantiene via la tradizione dei mimi romani sia perché è una rappresentazione molto differente dal teatro ufficiale (satira contro il potere e la religione) recitando canzoni e ballate che giravano per tutta l’Europa. La grande cultura che essi sviluppavano sin da ragazzi permetteva di intrattenere un pubblico sempre più ampio oltre questo aveva una grande capacità fisica (giocoleria, acrobazie ecc.) che intrattenevano il pubblico anche con il proprio corpo.

Cosa è rimasto del teatro medievale? Le viae Crucis ancora oggi intrattengono intere città mentre Dario Fò ha ripreso la struttura giullaresca con la sua tecnica recitativa (es. Mistero buffo; Lo santo giullare Francesco).

   
_______

More Like This


Categorie


letteratura

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>




 

Categorie


Cerchi un insegnante di ripetizioni vicino a casa?
Trovalo subito usando questo sito!

Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it