Il teatro greco e Dionisio: il rapporto del teatro col Dio greco

_______

Il vincolo del teatro al dio del vino e dell’ebbrezza non è ancora chiaro, ma probabilmente è connesso alle antiche feste agricole dove si svolgevano forme teatrali mimetiche con finalità rituali (es. le Falloforie sono collegate alla commedia). Altre ipotesi che possono spiegare questo collegamento fanno riferimento a Dioniso come patrono dell’illusione (in questo caso scenica, ovvero l’accettazione silente fra pubblico e attori del gioco teatrale) e come delle situazioni estreme, dove il confine fra bene e male è intangibile. La maschera é un suo attributo ed ha funzione profilattica e magica in quanto protegge ed aiuta chi la porta ad estraniarsi da sé per entrare in qualcun altro. La letteratura greca fin dalle origini é basata sull’oralità e sull’uso della parola, quindi logicamente anche le sue forme teatrali sono basate sul logos più che sull’azione. L’uso delle maschere permette una focalizzazione sull’espressione verbale dell’attore più che sulla mimica facciale e corporale e peraltro questo espediente permette agli attori di potersi cimentare in diversi ruoli.

(appunti di letteratura greca)

   
_______

Altri articoli da leggere:

More Like This


Categorie


letteratura greca

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it