Il rapporto dei Maya con la guerra: cosa ci racconta l’antica Aguateca

_______________
____________________
____________________
 
 
 
 
 

La guerra era senz’altro un elemento prevalente nel mondo dei Maya; le campagne militari di solito venivano lanciate per una serie di motivi, i più comuni dei quali erano il controllo delle rotte commerciali e dei tributi, i raid per catturare i prigionieri, fino anche alla completa distruzione di uno stato considerato nemico.

Per quanot riguarda la guerra per i Maya ben poco si sa dell’organizzazione militare, della logistica o della formazione che veniva utilizzata negli scontri.

La guerra è rappresentata nell’arte Maya dal periodo classico, e guerre e vittorie sono menzionate nelle iscrizioni geroglifiche. Sfortunatamente però, le varie iscrizioni non forniscono informazioni sulle cause della guerra o sulla forma che ha assunto il conflitto. Nell’VIII-IX secolo si sa che un’intensa guerra portò al collasso dei regni della regione di Petexbatún, nella parte occidentale di Petén.

Uno scrigno di informazioni sulla guerra dei Maya: Aguateca

Il rapido abbandono di Aguateca da parte dei suoi abitanti ha fornito la rara opportunità di esaminare i resti delle armi Maya trovate in luogo. Tanto per la cronaca, Aguateca fu presa d’assalto da nemici sconosciuti intorno all’810 d.C., che superarono le sue formidabili difese e bruciarono il palazzo reale. Gli abitanti dell’élite della città o fuggirono o furono catturati, e non tornarono mai a raccogliere le loro proprietà abbandonate. Gli abitanti della periferia abbandonarono il sito poco dopo. Questo è un esempio di guerra intensiva condotta da un nemico al fine di eliminare completamente uno stato Maya, piuttosto che di soggiogarlo. Gli scavi archeologici e le ricerche svolte ad Aguateca indicano che i guerrieri del periodo classico erano principalmente membri dell’élite.

Il ruolo del capo di stato nella guerra dei Maya

Fin dal periodo preistorico, il sovrano di una comunità politica Maya avrebbe dovuto essere un illustre condottiero militare, tanto da essere spesso raffigurato con teste di trofei che pendevano dalla sua cintura. Nel periodo classico invece tali teste da trofeo non apparivano più nella cintura del re, ma i re del periodo classico invece sono spesso raffigurati in piedi sopra prigionieri di guerra umiliati. Fino alla fine del periodo postclassico, i re Maya probabilmente erano identificabili come condottieri; le iscrizioni maya del Classico mostrano che un re sconfitto poteva essere catturato, torturato e sacrificato. Gli spagnoli sapevano che i leader Maya tenevano traccia dei movimenti delle truppe nei libri dipinti.

Guerra e ferocia nei maya

In alcuni casi, intere città furono saccheggiate, e mai reinsediate, come ad Aguateca. In altri casi, i vincitori avrebbero conquistato i sovrani sconfitti, le loro famiglie e gli dei protettori. I nobili catturati e le loro famiglie potevano essere imprigionati o sacrificati. Alla fine la parte politica politica sarebbe stata obbligata a rendere omaggio al vincitore.

   
_______

More Like This


Categorie


Storia

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>




 

Categorie


Cerchi un insegnante di ripetizioni vicino a casa?
Trovalo subito usando questo sito!

Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it