Il parlamento europeo – definizione e riassunto diritto europeo

_______

diritto-amministrativo-quiz

Il Parlamento europeo è l’istituzione più democratico-rappresentativo dell’UE, in quanto è eletto direttamente dai cittadini dei singoli SM e resta in carica 5 anni (art. 14 TUE); esso provvede poi a sua volta a nominare il Presidente e un certo numero di Vicepresidenti, i quali rimangono in carica per 2 anni e mezzo.

Esso è composto da 751 parlamentari, organizzati attualmente in 7 gruppi (GUE, S&D, GREENS, ALDE, EPP, ECR, EFDD e i non iscritti; per creare un gruppo servono almeno 25 parlamentari di almeno 7 SM). L’attività dei parlamentari si divide tra le Commissioni parlamentari e la sessione plenaria, cui unicamente spetta il potere deliberativo.

Il criterio di ripartizione dei seggi è innanzitutto quello demografico, nel senso che il numero di parlamentari spettanti a ciascun SM è commisurato alla popolazione dello stesso (ciò comunque non implica un vincolo di nazionalità del parlamentare).

Anche qui sono previste delle incompatibilità, in particolare quella con il mandato di parlamentare nazionale e quella con la partecipazione ad un governo nazionale o ad un’altra istituzione dell’UE. I parlamentari europei sono poi tutelati con l’immunità, sostanzialmente al pari di quelli nazionali.

Il PE, assieme al CM, detiene il potere legislativo e il potere di approvazione del bilancio; ha altresì un potere di controllo politico (in varie forme) e di tutela dei cittadini dell’UE.

Il potere legislativo del PE varia notevolmente, andando da una vera e propria co-decisione con il CM nella procedura ordinaria ad una semplice consultazione (parere); quanto poi alla PESC, il ruolo del PE è quasi inesistente. Il PE gode poi anche di un potere di pre-iniziativa legislativa, in quanto ha la possibilità di chiedere alla CE di presentare un testo di legge e questa può rifiutarsi di proporlo soltanto con una motivazione sostanziale e approfondita.

Il PE ha poi, congiuntamente al CM, il potere di approvare il bilancio (un ruolo preminente rispetto al CM, ce l’ha nell’approvazione del bilancio annuale; la situazione si inverte nell’approvazione del bilancio pluriennale): è probabilmente questo il nuovo punto di forza che permette al PE di controllare la Commissione (potendola, in un certo senso, “ricattare”).

Il potere di controllo politico si svolge sostanzialmente sulla CE: esso infatti ne elegge il Presidente, su proposta del CEU; approva, nel complesso, i commissari designati dal Presidente della CE; può approvare, a maggioranza dei 2/3, una mozione di sfiducia nei suoi confronti, facendola dimettere collettivamente (da qui, il potere nato nella prassi di vagliare uno ad uno i commissari designati); e, inoltre, svolge interrogazioni parlamentari alla quali la CE è tenuta a rispondere oralmente o per iscritto.

Il PE può, al pari di CM e CE, ricorrere davanti alla GC per l’annullamento di un atto; può inoltre chiedere un parere alla CG sulla conclusione di un’accordo internazionale da parte delle altre istituzioni.

Il PE ha poi, infine, un potere di tutela dei cittadini, sostanzialmente attraverso la figura del Mediatore europeo e lo strumento dell’inchiesta: il Mediatore europeo è organo permanente nominato dallo stesso PE, e competente a esaminare, su richiesta, casi di cattiva amministrazione imputabili a istituzioni o organi dell’UE; il potere d’inchiesta consiste nella possibilità di costituire, d’ufficio o sulle basi di petizioni rivoltegli da uno o più cittadini, commissioni d’inchiesta incaricate di esaminare denunce di infrazione o di cattivava amministrazione nell’applicazione del diritto dell’UE.

   
_______

Altri articoli da leggere:

More Like This


Categorie


Diritto

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it