Il museo civico medievale – Bologna (palazzo Chisilardi)

Se siete a Bologna e state cercando un museo da guardare, vi consiglio di prendere questo in considerazione 🙂 – attualmente il prezzo per l’ingresso è di 3 € @2014

Il Museo Civico Medievale ha sede, dal 1985, presso palazzo Chisilardi, uno degli esempi più belli dell’architettura bolognese di epoca rinascimentale. L’edificio sorge nell’antica area del foro romano e nel luogo dove venne costruita la Rocca dei vicari imperiali, collocata a ridosso delle Mura di Selenite del V secolo- Sui resti dell’antica rocca, distrutta nel 115, furono successivamente edificate le case di alcune famiglie aristocratiche che vissero in questo luogo trail Duecento e il Trecento. Tra queste spicca il casato dei Conoscenti, fautori della torre visibile nel cortile.

Nel 1483 Bartolomeo chisilardi, ricco notaio e cancelliere della magistratura cittadina, acquistò i pre esistenti edifici per realizzare la propria dimora seguendo i nuovi dettami dell’epoca, e ne affidò la costruzione a Zilio Montanari.

Dove si trova il museo:

via Manzoni 4, 40121, Bologna
cap 40010

Nella corte interna, oltre alla torre, svettano quattro mensoloni in arenaria, abbelliti da decorazioni a motivi floreali. Al piano terra sono conservati alcuni oggetti della “Wunderkammer” secentesca di Ferdinando Crispi, le opere dell’Istituto delle Scienze (1700), della collezione Palagi (inizi ‘800) e del museo etnografico (fine ‘800), con reperti provenienti da India, Cina, Giappone e Sudamerica.

Nelle altre sale sono visibili, oltre a sculture (tra cui le celeberrime “Arche dei Dottori), avori e oreficeria dell’alto e basso medioevo, importantissimi capolavori come il “Bonifacio VIII” e il “Piviale anglicano”, il piano interrato conserva notevoli sculture (Jacopo della Quercia, Giovanni di Balduccio, ecc) e le lastre tombali esemplari dal XIV al XVI sec.

Negli ambienti del primo piano si succedono, scandite con criteri prevalentemente tipologici, le ricche collezioni di bronzetti (tra cui il Gianbologna, Bernini e Algardi) armi, armature, avori, codici miniati, vetri e vetrate, di provenienze ed epoche diverse, ma poste in raporto con la storia della città sino alle soglie dell’Età moderna. Sempre al primo piano, inoltre, è esposta una nutrita collezione di manufatti islamici (ceramiche, armi, metalli, ecc).

Museo civico edievale bologna - papa gregorio xiii
Busto di papa Gregorio xiii al museo civico medievale di Bologna
Museo medievale Bologna
Modello del Giambologna per il Nettuno 1567 – museo civico medievale Bologna

Video sul museo civico medievale di Bologna:

English description of the museum – Bologna (Museo civico medievale):

The medieval museum is located, since 1985, to the Palazzo Ghisilardi, one of the finest examples of Renaissance architecture in Bologna. The building is located in the ancient area of the Roman Forum and on the right spot where the fortress of imperial vicars, set within the wallsof selenite of the 5th century, stood. On the ruins of the ancient fortress, destroyed in 1115, were later built the houses of some aristocratic families who lived in this place between the 13th and 14th centuries. Amongst them was the Conoscenti family, who built the tower which is still visible in the court yard.

In 1483, Bartolomeo Ghisilardi, a rich notary and chancellor of the town’s magistracy, bought the existing buildings to edify his new mansian following the dictates of the time, and entrusted the construction to Zilio Montanari.

in the courtyard, the tower is faced by four sand stone brackets, embellished  with fioral patterns.

On the ground floor are preserved some objects belonging to Ferdinando Cospi’s “Wunderkammer” of the 17th century, items of the institute of Sciences (1700), the Palagi collection (early 19th), with exhibits from India, China, Japan and South America.

In the other rooms are hosted sculptures, ivories and jewels of high and late Middle Ages and important masterpieces as the statue of pope Bonifacio VIII and the Anglican Cope. The basement contains notable sculptures (Jacopo della Quercia, Giovanni di Balduccio, etc) and tombstones from the 14th to the 16th century.

In the rooms on the first floor, marked with predominantly typological criteria, are hosted the rich collections of bronzes (including Giambologna, Bernini and Algardi), arms and armours, ivories,illuminated manuscripts, glasses and stained glass windows, from different ages and piaces, but always related to the history of the city, on the same floor is also displayed a large collection of islamic exhibits (ceramics, weapons, metals, etc)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*