Il marchio collettivo in diritto commerciale – riassunto appunti università

_______

Diritto-commerciale-appunti

<<< Torna alla spiegazione precedente sui marchi in diritto commerciale

Vai ai requisiti del marchio (avanti) >>>

Il marchio collettivo è spiegato nell’articolo 2570 del diritto commerciale:

“I soggetti che svolgono la funzione di garantire l’origine, la natura o la qualità di determinati prodotti o servizi possono ottenere la registrazione di marchi collettivi per concederne l’uso, secondo le norme dei rispettivi regolamenti, a produttori o commercianti.”

Il soggetto giuridico che forma e registra il marchio collettivo è un soggetto diverso da chi lo utilizza.

Il marchio collettivo è concesso in uso a produttori e commercianti (un esempio potrebbe essere il Parmigiano Reggiano, registrato dal consorzio dei produttori, usato dai produttori stessi; Aceto Balsamico Tradizionale di  Modena, etc..)

La differenza rispetto al marchio tradizionale è che quest’ultimo contraddistingue i prodotti e servizi di un unico imprenditore, che è anche colui che lo forma e lo registra.

Vai ai requisiti del marchio (avanti) >>>

<<< Torna alla spiegazione precedente sui marchi in diritto commerciale

Hai capito questo articolo? Verificalo con il nostro test a crocette online >>>

   
_______

Altri articoli da leggere:

More Like This


Categorie


Diritto Diritto commerciale

Tag


Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it