Il leone, la strega e l'armadio – breve recensione del libro

Il leone, la strega e l'armadio - breve recensione del libro

Il leone, la strega, e l’armadio è uno dei sette romanzi fantasy appartenente alla saga: ”Le Cronache di Narnia”, scritta da Clive S. Lewis, professore di origine irlandese, che visse nell’Inghilterra ottocentesca insegnando letteratura rinascimentale e medievale all’Oxford University. Acquisì un notevole successo nel 2007, quando l’omonima opera entrò in possesso della Disney Fiction, la quale pubblica il primo film rifacendosi alle sue opere. Curato dalla Casa Editrice Arnoldo Mondadori, ha affascinato un pubblico variegato, manifestato anche dalla presenza di suggestive illustrazioni di Pauline Baynes. “Quattro bambini che si chiamavano Peter, Susan, Edmund, e Lucy” vivono a Londra durante la Seconda Guerra Mondiale, che a causa dei bombardamenti abbandonano, per trovare ospitalità e servigio in una dimora agreste appartenente ad un ricco professore. Simile ad una reggia, e sempre piena di turisti , i fratelli Pevensie varcano la soglia della propria curiosità, in quanto visitano ogni angolo, fino a r aggiungere la stanza dell’armadio, attraverso la quale giungono a Narnia nell’anno 1000, per effettuare una sorta di metempsicosi dell’anima. “Un luogo freddo dove è sempre inverno” è la terra misteriosa nella quale si trovano questi eroi ,che avvertono propria ed alienata dalla Terra. Incontrano diverse figure, soprattutto negative, le quali ostacolano la loro missione, ma con l’ausilio di una figura” che fa tremare ogni cosa con la sua voce” tutto sarà possibile compiere, solo con un ferace lavoro di squadra. Fitti di particolari maniacali, per caratterizzare le sue figure avvolti in una sorta di narrazione circolare, un linguaggio semplice pel destare interesse nel lettore, sono queste le caratteristiche significative delle opere di Lewis che affascinano lettori di ogni tipo, non solo per questi ingredienti rilevanti, ma anche per la riproduzione in forma cinesica, per destare interesse e sviluppare la fantasia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*