I punti fondamentali della teoria atomica di Dalton (appunti)


Le quantità in peso di un elemento, combinate con le stesse quantità in peso di un altro elemento per formare un composto diverso, stanno tra loro in rapporti esprimibili mediante numeri interi piccoli.

Quella che avete appena letto è la terza legge ponderale della chimica, nota anche come legge delle proporzioni multiple e fu elaborata da Dalton dopo aver combinanto 1 g di carbonio con 1,33 grammi di ossigeno ottenendo così 2,33 g di monossido di carbonio e aver combinato 1 g di carbonio con 2,66 di ossigeno ottenendo così 3,66 g di biossido di carbonio.

Infatti, notò che le quantità di ossigeno che si combinavano con la stessa quantità di carbonio erano l’una il doppio dell’altra (rapporto 1 : 2) mentre non accadeva mai che si potesse trovare un rapporto di combinazione esprimibile tra numeri irrazionali.

La legge di Dalton trova giustificazione solo se si ammette che la materia non sia continua, ma costituita da particelle elementari indivisibili: gli atomi.

L’atomo è la più piccola quantità di un elemento e può essere presente nei composti soltanto come multipli interi di essa.

I punti fondamentali della teoria atomica di Dalton sono:

– La materia è costituita da atomi che sono la più piccola parte di ogni elemento

– Gli atomi di un dato elemento sono tutti uguali tra loro e possiedono la stessa massa

– Gli atomi di elementi diversi non sono uguali tra loro e possiedono la stessa massa

– Gli atomi che partecipano a una reazione sono sempre interi e rimangono tali anche se passano da un composto a un altro.

Passa al modello atomico di Rutherford >>


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*