Gran Bretagna: gli effetti dell'abbandono del gold standard

Inghilterra mappa crisi riassunto 1920

La Gran Bretagna era stata costretta a uscire dal gold standard nel settembre 1931. Questo sganciamento permise una politica monetaria interna espansiva, con tassi d’interesse bassi che incentivarono gli investimenti, specialmente nel settore delle costruzioni. La disoccupazione scese. Dal 1938 la Gran Bretagna intraprese una politica di riarmo, quando le preoccupazioni nei confronti del riarmo tedesco si fecero serie. Era chiaro che le risorse di armi inglesi erano impari rispetto a quelle tedesche. La Gran Bretagna poteva però contare sul suo rapporto con gli USA: la vittoria ci fu, ma furono gli americani a vincere la guerra, portando la loro egemonia in Europa, mentre la Gran Bretagna tornò al protezionismo, ma lo fece favorendo i paesi del Commonwealth con il trattato di Ottawa. Ciò favorì l’ulteriore concentrazione del commercio estero inglese nelle colonie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*