"Femminismo islamico - Corano, diritti, riforme": recensione del libro (Renata Pepicelli) - Infonotizia.it


“Femminismo islamico – Corano, diritti, riforme”: recensione del libro (Renata Pepicelli)



Informazioni sul libro

  • Titolo del libro “Femminismo islamico: Corano, diritti, riforme”
  • Autrice del libro: Renata Pepicelli
  • Casa editrice: Carocci
  • Anno di pubblicazione: 2010
  • Numero di pagine: 137
  • Prezzo del libro: segui il link verso Amazon >>

Recensione del libro “Femminismo islamico: Corano, diritti, riforme”

Questo testo, seppur datato, ci dà una visuale sul mondo femminista islamico che, di solito, non solo non è conosciuto in occidente ma non è neppure citato. Invece, già nella seconda metà del 1800, pensatori maschi egiziani e tunisini sostenevano che uno stato moderno necessitasse anche dell’apporto delle donne. Alle donne doveva essere garantito un certo livello di istruzione e la partecipazione alla vita del paese. Nell’ottica, il permesso della poligamia che, nella prima comunità aveva la funzione di offrire assistenza e protezione alle donne rimaste vedove e ai loro bambini, secondo il libro oggi si riduce a soddisfare le pulsioni sessuali degli uomini. Le donne musulmane, dunque, si batterono per la loro liberazione insieme agli uomini che avevano cultura e conoscenza della loro stessa religione. Infatti, le donne cosiddette femministe sostengono che l’interpretazione dei testi sacri, fatta da alcuni uomini, era a misura di uomo.

L’uomo, timoroso del pensiero femminile e, soprattutto cosciente che gli altri uomini erano incapaci di trattenere i loro impulsi bestiali, copriva le donne per tenerle lontane dai pericoli. Inoltre, era un vanto che le donne non uscissero di casa perché voleva dire che la servitù si occupava di tutto. Le contadine, invece, non erano segregate perché dovevano lavorare.

Oggi, con qualche progresso, si è dato in alcuni paesi “il permesso” di guidare e di andare allo stadio alle donne; ma non si tratta solo di progresso e di “comprensione” dei diritti della donna. Semplicemente si è capito che, finito il petrolio, la “merce” femminile dovrà essere usata anche per produrre e tirare avanti lo stato.

Un libro importante, da leggere per avere una panoramica d’insieme sui movimenti e sui personaggi che li hanno sostenuti.

Autrice della recensione: Renata Rusca Zargar

More Like This


Categorie


Recensioni

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.Required fields are marked *

Puoi usare i seguenti HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Categorie


Infonotizia.it è un blog di pubblicazioni online che si pone come obiettivo incentivare lo sviluppo culturale della rete.



Cerchi un insegnante di ripetizioni vicino a casa?
Trovalo subito usando questo sito!

Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it