Fëdor Dostoevskij schema riassuntivo letteratura russa (biografia breve)

_______

Fëdor Dostoevskij nasce a Mosca nel 1821; padre era medico e avvia il figlio alla carriera militare. Nel frattempo legge la letteratura occidentale. Muore il padre → primo attacco di
epilessia. Vive poveramente, solo con i soldi che guadagna con le sue traduzioni e inizia a scrivere. Fase giovanile Opera: Il sosia – sorta di sdoppiamento della personalità. Affascinato dal socialismo utopistico. È più occidentalista. Nel 1849 viene arrestato con l’accusa di cospirazione e partecipazione a società segreta; condanna a morte poi mutata in quattro anni di lavori forzati, poi in esilio in Siberia. Viene fortemente colpito da questa
esperienza → entra in contatto con la gente povera, cambiamento spirituale, comprensione della persona. Si sposa con
Maria. Fase matura
Nel 1960 torna in Russia europea e comincia a scrivere di nuovo. Fonda la rivista “Il Tempo” con il fratello. Primi
viaggi in Europa. Conosce Polina e diventano amanti.

Opera: Ricordi dal sottosuolo → monologo – confessione, viaggio nella coscienza di un ipocondriaco che vive ai margini della società. La salvezza è nell’amore. Lui conosce una prostituta che lo può salvare dall’oblio, ma lui non accetta. E l’amore salva solo se lo accetti. C’entra anche la fede, perché Dio salva attraverso l’amore. Riesce a denudare l’animo umano fino al “sottosuolo”.

Muore la moglie e il fratello. Deve mantenere entrambe le famiglie. Perde al gioco. Firma un contratto con l’editore per scrivere tanti romanzi. Assume una stenografa, Anna Snitkina. Si sposano. Opera: Il giocatore → disavventure di persone con il vizio della roulette. (Occidente degenerato capitalista, Russia
spirituale)

Nel 1867 va a Firenze. Opera: L’idiota.
Nel 1880 tiene il famoso “Discorso su Puškin”. Opera: I
fratelli Karamazov. Muore nel 1881. Intrecci sempre complessi e tortuosi, atmosfere cupe e malsane, bettole, stanze ammuffite, vicoli sudici. Linguaggio frettoloso e febbrile. Il critico Bachtin parla di romanzo polifonico fatto di queste parti: 1. contraddizione tra il singolo e la società 2. l’eroe semplifica ciò nella scelta tra due opzioni illusorie e si aspetta di risolverla creando una falsa speranza. 3. Si auto impone una prova per superarlo. 4. Non lo risolve, ma lo peggiora. → concetto di alienazione che porta alla distruzione. 5. Comparsa del personaggio con empatia che lo spinge a una conversione. 6. Esito negativo o positivo.

 

(appunti di letteratura russa)

   
_______

Altri articoli da leggere:

More Like This


Categorie


letteratura russa

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it