Dinastia Tang – riassunto di storia cinese (appunti storia)

La dinastia Tang è stata spesso definita la RINASCITA dell’Impero dopo un periodo di divisione. La famiglia a capo dell’Impero deriva dall’aristocrazia Xianbei, non sono HAN. Viene ricostituito l’Impero prendendo come modello quello Han per legittimare il potere in mano all’aristocrazia di origine straniera. Lo Stato viene riunificato ma la Cina Tang è circondata da una serie di stati diversi dalla Cina Han, tutti i paesi confinati sono STATI. Tang ha una stipulazione di accordi diplomatici con altri paesi che riconoscono la supremazia cinese.

La Dinastia Tang è COSMOPOLITA, periodo fino al 755. Dopo vi è economia molto forte ma manca l’apertura verso l’esterno. Tutto ciò che era straniero sia che erano motivi decorativi o altro vengono assorbiti e reinterpretati. Dinastia SUI ha gettato le fondamenta di quello che è stato il periodo successivo. L’Imperatore SUI costruisce una nuova capitale, Xi’an. L’impianto della città è molto chiaro, circondato con un muro di cinta con 3 porte per lato eccetto quello settentrionale. All’interno la città è suddivisa in quartieri da una serie di strade. Al centro la città imperiale: parte amministrativa al sud e a nord la parte privata della famiglia imperiale. Rettangolo irregolare è la residenza estiva della famiglia imperiale ma finisce per diventare il palazzo imperiale, nessun palazzo sopravvissuto di epoca Tang solo 2 pagode.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*