Accettazione dei cookie



La definizione di “equity crowdfunding”: come funziona questo finanziamento partecipativo?




La definizione di “equity crowdfunding”

L’equity crowdfunding è una tipologia di finanziamento partecipativo, tipica nell’ambito dell’investimento in startup, e operata usualmente per vie digitali; l’equity crowdfunding prevede la possibilità per gli investitori di impiegare i propri capitali per finanziare una data impresa privata prima che questa sia effettivamente parte del mercato.

Le caratteristiche dell’equity crowdfunding

L’equity crowdfunding deve parte del suo successo sia alla semplicità delle piattaforme digitali nei quali è possibile realizzare tale forma di finanziamento partecipativo, che è comunqune soggetta a regolamentazioni e norme relative, che per la modesta quantità di capitale necessaria per l’investitore per partecipare al finanziamento, possibile anche con quote tutto sommato modeste.

Per quanto riguarda invece il generico crowdfunding invece, una discreta raccolta di informazioni utili, da leggere per chiarire le sfumature più importanti, è quella raccolta nel sito della CONSOB in questo schema riassuntivo.

L’equity crowdfunding e la maggiore accessibilità per gli investitori più piccoli

La possibilità di partecipare all’operazione di finanziamento anche con l’impiego di cifre di bassa entità allarga lo spettro dei possibili investitori, andando a toccare gruppi più ampi che potranno così accedere al procedimento. Usualmente, a seconda delle norme e dello stato in cui viene applicato l’equity crowdfunding, in contropartita l’investitore può ricevere parte dell’equity societario (ad esempio una parte delle azioni in caso di fondazione di una società per azioni) o comunque un controvalore che ne permetta di ottenere un dato possesso dell’impresa, che rifletterà l’investimento effettuato nella startup.

Come l’equity crowdfunding ha modificato il finanziamento delle startup

La possibilità di accedere ai finanziamenti partecipativi in forma di equity crowdfunding ha permesso a modeste realtà di formarsi a seguito dell’interessamento di investitori o di parte del pubblico stesso interessato ai prodotti o ai servizi proposti che ha visto nell’opportunità di ottenere un dato prodotto o servizio un valore aggiunto all’equity societaria: difatti è possibile supporre che un potenziale cliente per la startup sia più facilmente coinvolto emotivamente nel processo di equity crowfunding, vedendo nell’azienda un valore superiore a quello “standard”, e ne finisca col partecipare con minori ostacoli rispetto a un investitore tradizionale.


Approfondimenti consigliati

Vota questo articolo
[Voti: 1   Media: 5/5]

More Like This


Categorie


Economia

Categorie


Infonotizia.it è un blog di pubblicazioni online che si pone come obiettivo incentivare lo sviluppo culturale della rete.





Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it