Cos’è la “Dis COll” (Indennità di disoccupazione) nel diritto del lavoro? Appunti e schema riassuntivo

_______________

____________________
 
 
 
 
 

DIS-COLL INDENNITÀ DI DISOCCUPAZIONE PER I LAVORATORI CON RAPPORTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA (per i collabotori)

Riconosciuta in via sperimentale per il 2015.

Mensile, a favore dei collaboratori coordinati e continuativi, anche a progetto (con esclusione degli amministratori e dei sindaci) a condizione che:

  • Siano iscritti in via esclusiva alla Gestione separata

  • Non siano pensionati

  • Siano privi di partita IVA

  • Abbiano perduto involontariamente la propria condizione

Requisiti:

  1. Soggetti in stato di disoccupazione

  2. Possano far valere almeno 3 mesi di contribuzione

  3. Possano far valere 1 mese di contribuzione o un rapporto di collaborazione di durata pari almeno ad 1 mese e che abbia dato luogo a un reddito almeno pari alla metà dell’importo che dà diritto all’accredito di 1 mese di contribuzione.

Calcolo e misura:

Rapportata al reddito imponibile ai fini previdenziali,

Se il reddito mensile è pari o inferiore a un determinato importo, il trattamento è pari al 75% del reddito

Se il reddito mensile è superiore all’importo, il trattamento è pari al 75% di tale importo incrementato di una somma pari al 25% della differenza tra reddito mensile ed il predetto importo.

La DIS-COLL non può superare l’importo massimo mensile di 1300 euro (2015), e si riduce del 3% ogni mese a partire dal primo gg del quarto mese di fruizione.

Durata:

Corrisposta mensilmente per un numero di mesi pari alla metà dei mesi di contribuzione accreditati nel periodo che va dal primo gennaio dell’anno solare precedente l’evento di cessazione del lavoro, non si computano i periodi contributivi che hanno già dato luogo ad erogazione della prestazione; non può superare la durata massima di 6 mesi.

Domanda:

Presentata all’INPS entro 68 gg dalla cessazione del lavoro

Decorrenza:

Spetta a decorrere a partire dall’ottavo giorno successivo alla cessazione del rapporto di lavoro, o se la domanda è stata presentata dopo tale data, dal primo giorno successivo alla data di presentazione della domanda.

Condizioni:

  • Permanenza stato di disoccupazione

  • Regolare partecipazione alle iniziative di attivazione lavorativa e ai percorsi di riqualificazione professionale

  • Adesione a ulteriori misure per la ricerca attiva del lavoro

Rapporto di lavoro subordinato:

In caso di nuova occupazione con contratto di lavoro subordinato, il lavoratore decade dal diritto della DIS-COLL, se il contratto ha durata superiore a 5 gg; se il contratto ha durata inferiore ai 5 gg l’indennità riprende dal momento in cui era rimasta sospesa.

Rapporto di lavoro autonomo:

Se il lavoratore intraprende un’attività lavorativa autonoma o di impresa individuale, da cui derivi un reddito inferiore al limite utile ai fini della conservazione dello stato di disoccupazione, deve comunicare all’INPS il reddito annuo che prevede di trarne, la DIS-COLL è ridotta di un importo pari all’80% del reddito previsto.


(Appunto del 2017) Vuoi la norma completa? Cliccando qui puoi vedere gli ultimi aggiornamenti a riguardo.

Pensi che questo schema di diritto del lavoro non sia completo o abbia degli errori? Lascia un commento nel form sottostante per segnalare qualsiasi problematica.

   

_______

More Like This


Categorie


Diritto

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 




 

Categorie


Cerchi un insegnante di ripetizioni vicino a casa?
Trovalo subito usando questo sito!

Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it