Come proteggere il proprio indirizzo e-mail da malintenzionati – 1a parte.

Credo di avere abbastanza esperienza per scrivere una serie di regole per evitare che persone estranee possano intrufolarsi nella vostra casella postale virtuale.

Per scommessa con amici mi è infatti  già capitato di provare a eludere queste difese molte volte (negli account degli amici con cui ho scommesso e con loro presenti e consapevoli) e non ho trovato quasi difficoltà nella maggior parte delle occasioni.

Questo perchè secondo voi? Anzitutto per la facilità con cui le password possono essere indovinate, specie di persone che si conoscono.

Infatti di solito le password sono di una facilità demenziale da individuare perchè la maggior parte delle persone tuttora usanti il computer non ne è veramente pratica dell’uso. Comunque direi di iniziare inanzitutto con l’elencare le più comuni password utilizzate dagli utenti di internt.

1. password
2. 123456
3. qwerty
4. abc123
5. letmein
6. monkey
7. myspace1
8. password1
9. blink182
10. (il primo nome di battesimo)

A questo aggiungerei l’abitudine di usare il proprio nome o nomignolo o quello dei figli con il giorno oppure il mese o anche l’anno di nascita, oppure degli animali domestici ma anche della propria città.



Altre volte le persone mettono il pin del cellulare, c’è chi mette anche il proprio numero di telefono.

 

Questi primi esempi che vi ho fatto sono nel modo più assoluto da evitare come password in quanto anche un novellino riuscirebbe a eluderle facilmente perchè sono le prime che qualsiasi persona con cervello che si basi sulle statistiche razionali prova.

Ma allora qual è la password che bisogna utilizzare per eludere questi primi attacchi?

 

Se volete avere un account ben difeso dovete non usare cose che potete ricordare facilemente per paura di dimenticare perchè di solito è proprio questa tentazione che tradisce.

– Non usare mai parole di senso compiuto, neanche in inglese

– Usa lettere maiuscole, simboli e numeri

– Non usare tasti vicini nella tastiera

– Non usare mai la stessa password per i tuoi account, anche se questo può crearti difficoltà a ricordare.

Un esempio di password sicura? Ricordatevi una strofa o una frase, io per un certo periodo ho usato stratagemmi con gli haiku (vi consiglio di usare frasi imparate a memoria o anche voi brani (naturalmente ho cambiato password o non ne parlerei con voi adesso) ad esempio prendiamo l’haiku:

Nel vecchio stagno una rana si tuffa.
Rumore d’acqua.

Nefaruua88$£

Come vedete ho preso le prime due lettere e le ultime due lettere di ciascuna frase dopodichè ho aggiunto due cifre qualsiasi  (la data di nascita di un mio conoscente per ricordarlo) e dopo i due simboli di moneta presenti nel computer.

Non mi è mai sembrata una password debole nè media ma complicata e vi consiglio di prenderla da esempio. In ogni caso, non basta una password efficace per evitare che un attacco informatico alla vostra mail.

Pertanto ti consiglio di passare alla parte successiva della guida.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*