Come diventare un influencer su Youtube? Youtube e il marketing di influenza

_______________

____________________
 
 
 
 
 

Da diversi anni le aziende hanno compreso l’importanza della comunicazione online, costruendo storie di successi incredibili derivanti da combo di prodotto e corretto uso dei canali online per il reperimento di clienti; oggi infatti la maggior parte delle imprese non può fare a meno di utilizzare almeno uno dei maggiori strumenti di comunicazione tra Facebook, Instagram, Twitter, Youtube e altri social network, senza contare ovviamente la costruzione e la promozione di un proprio sito web.

Anche se spesso non viene considerato un social vero e proprio, Youtube è uno degli strumenti più performanti da usare nella propria strategia di marketing online, permettendo di raggiungere un grande numero di visite e conversioni tramite l’influencer marketing, specialmente quando l’uso di Youtube è correlato a un uso saggio degli altri social e del budget pubblicitario aziendale.

Anche se per alcune aziende bastano alcuni accorgimenti base su Youtube per aumentare le conversioni e il fatturato, spesso all’interno delle loro strategie di marketing vengono impiegati gli influencer di Youtube permettendo di aumentare la propria portata.

Un influencer di Youtube non è altro che una persona, solitamente molto esperta o seguita in un determinato campo (in molti casi anche solo semplicemente seguita nel proprio canale in generale) a cui viene chiesto, dietro remunerazione, di provare o far conoscere coi suoi vieo alcuni prodotti o servizi. Non sempre questo avviene tramite la prova di prodotti o la recensione di prodotti, capita infatti che in alcuni video venga semplicemente richiesto di citare l’azienda come sponsor o che vengano trasmessi prima o in mezzo al video, alcuni annunci pubblicitari automatici tramite il canale di monetizzazione classico di Youtube.

Entrare a far parte dei canali Youtube di successo e quindi diventare influencer è un percorso spesso in salita, che spesso può essere ridotto nei tempi se si possiede la giusta formazione per intraprendere il giusto lancio verso la “scalata”.

Sia che il proprio interesse sia quello di sfruttare semplicemente Youtube per la propria azienda sia che si voglia creare un canale di successo con molti iscritti, è meglio iniziare subito a conoscere meglio questa piattaforma, ad esempio con la visione delle slide sottostanti, provenienti da una lezione universitaria del corso di economia dell’innovazione, riguardanti la nascita, il funzionamento e il modello di business di Youtube:

L’uso di Youtube nell’ambito del web marketing, all’interno di una strategia ben pensata, permette di raggiungere nuovi consumatori nuovo pubblico, diventando una fonte di approvvigionamento importante di clientela.

Come fanno gli youtuber a trovare degli sponsor?

Non capita di rado, ad esempio, che l’utilizzo di Youtube per la prozione della propria attività, generi un nuovo stimolo verso il brand, permettendo di donargli nuova forza, venuta a mancare a causa di una strategia di marketing stagnante. Uno dei motivi per cui viene riconosciuto come strumento importante del marketing è che i video online pubblicati dal brand su Youtube non servono solamente a generare nuove conversioni, ma anche a rinforazare l’immagine del marchio nei clienti, e in particolare ad aumentare la fedeltà alla marca, creando le basi per il successo a lungo termine dell’impresa.

L’uso di Youtube per il marketing può essere visto come favorito quando l’obiettivo di una campagna sia la trasformazione di generali conversioni occasionali in clienti abituali. Un esempio di come il video pubblicato su Youtube possa diventare uno strumento di credibilità e fedeltà verso il brand per i clienti è il semplice caricamento di guide che presentino i prodotti e le loro funzionalità. permettendo al cliente di comprendere come ottenere il massimo dal prodotto una volta visionato il video. Questo tipo di strategia porta il cliente a fidarsi della marca e naturalmente a incrementare la fedeltà al brand stesso.

Non sempre gli sponsor piovono dal cielo, e può capitare anche a chi faccia video di qualità di non essere contattato dalle agenzie; in questi casi può essere d’aiuto una ricerca dei canali usati degli Youtuber per ottenere nuovi sponsor, trovando siti come ad esempio Famebit. Se il tuo è un canale “locale” (ma spesso anche se non lo è), anche la ricerca diretta di uno sponsor può essere d’aiuto, contattando le singole aziende che pensi possano avere interesse nello sponsorizzare i tuoi video (naturalmente però dovrai avere già una certa quantità di pubblico per tentare questo approccio o rischierai di non avere credibilità).

Solitamente le sponsorizzazioni effettuate degli youtuber si dividono in tre categorie: sponsorizzazione di prodotti, sponsorizzazione di affiliazioni, sponsorizzazione tramite annunci automatici.

Youtube è amato anche internamente dalle aziende, che spesso hanno un loro canale che desiderano far conoscere, perché questo social dei video permette infatti di raggiungere un pubblico di circa un miliardo di visitatori unici mensile, necessitando comunque un budget generalmente più basso rispetto agli strumenti di marketing tradizionale: per realizzare un video su Youtube infatti, a parte le parti di video making e video editing, serviranno solo le classiche apparecchiature di registrazione e uno studio accurato sui contenuti; il caricamento dei video su Youtube invece è gratuito.

Come iniziare una carriera da Youtuber?

Se ti stai chiedendo come entrare a far parte del marketing di Youtube, senza avere un’azienda tua da promuovere e senza avere la volontà di fare consulteze, probabilmente quello che ti stai chiedendo è: come si diventa un influencer di Youtube?

La prima cosa da fare sicuramente è studiare a fondo chi ormai ha raggiunto il successo per capire come fare, ad esempio leggere la classifica sui 10 Youtuber più seguiti in Italia è un passo fondamentale per capire come diventare youtuber.

Lo youtuber è una persona che si occupa di creare video e prendere parte agli stessi pubblicandoli nella piattaforma di Youtube.

Sembra un fenomeno del tutto nuovo, eppure la nascita degli Youtuber non è qualcosa di mai visto prima, almeno nell’ambito dell’interattenimento: infatti è dalla nascita delle radio libere e delle televisioni private che esistono personaggi celebri per la propria creatività o per il semplice fatto di generare interesse su uno specifico argomento, creandosi un proprio seguito e finendo poi con il creare il proprio libro-guida su un argomento o il proprio business.

Oggi si tratta semplicemente di qualcosa di più organizzato e più tangibile. Una volta che infatti lo Youtuber è diventato rilevante, ad esempio incrementando verso le decine di migliaia gli iscritti al suo canale, capita facilmente che venga intercettato dai network di affiliazione o pubblicitari, che cerchino, naturalmente in cambio di una fetta di guadagno, di coordinare il lavoro dello Youtuber per migliorare i guadagni con le sponsorizzazioni.

Come detto prima usare gli stumenti di marketing online in modo corretto fra loro può migliorare la performance dell’insieme degli strumenti complessivi: un esempio diretto nel caso di Youtube è la possibilità che i contenuti caricati sulla piattaforma possano darti una mano nell’ambito della strategia seo (ottimizzazione per i motori di ricerca) del tuo sito, migliorando i contenuti del sito web tramite l’incorporazione dei video e la rilevanza del sito inserendo degli approfondimenti scritti sotto forma di link verso il proprio sito web nella descrizione del video, permettendoti così di migliorare la qualità e le visite dei tuoi contenuti.

Torniamo al punto di base, ovvero come prendere parte al mondo degli influencer su Youtube. Per prima cosa dovrai aprire, se ancora non lo hai, un tuo account Google; molti scelgono di aprire un nuovo account diverso da quello personale per poter separare le cose.

Dopo aver svolto tutti i passaggi per aprire l’account Google dovrai aprire un canale Youtube, naturalmente con i tuoi dati, dovrai scegliere un nome per il tuo canale, possibilmente un nome corerente con i contenuti del canale e che non violi nessun tipo di copyright o marchio; dopo aver fatto questo dovrai iniziare a pensare alla realizzazione dei contenuti del canale, quindi ai suoi video.

Ovviamente, a meno che non scelga la strada dell’animazione, dovrai dotarti di un corretto materiale per le riprese; anche se molti telefoni hanno una tecnologia avanzata il consiglio è sempre quello di utilizzare una videocamera professionale e possibilmente un microfono.

Una volta realizzato il video “base” dovrai impegnarti nel montaggio del video; puoi usare per questo passaggio sia gli strumenti forniti direttamente da Youtube sia programmi per montare video di terze parti (online non è difficile, dopo qualche ricerca Google, trovare software per il montaggio video gratuiti).

Infine viene la parte più “anelata”: come diventare celebri e aumentare il numero degli iscritti al proprio canale.

Può sembrare piuttosto difficile riuscire ad avere successo col prorio canale, sino a diventare famosi, e in effetti è proprio così: Youtube è decisamente colmo di utenti, che a loro volta fanno video e riescono a colmare buona parte delle ricerche richieste dai navigatori del sito. Questo è il motivo per cui non tutti i canali Youtube con contenuti interessanti e di qualità riescono ad avere successo; certo pul capitare che vi siano comunque delle eccezioni, magari dovute a una nicchia di mercato poco battuta o alla mancanza di contenuti richiesti su un determinato ambito, ma ad ogni modo dovrai sempre tenere presente che per far crescere un canale Youtube è necessaria strategia.

Alcuni punti fondamentali da seguire, che potrebbero aiutarti ad avere successo con il proprio canale Youtube, sono i seguenti:

Costanza e determinazione

Se hai davvero intenzione di avere successo nel mondo di Youtube dei riuscire a non scoraggiarti con i primi “fallimenti”, ma piuttosto usarli per migliorare. Mediamente è normale non avere molti iscritti e visualizzazioni nel primo periodo dalla creazione del canale, ma questa non è una buona ragione, se si desidera davvero avere successo su Youtube, per gettare la spugna troppo presto.

Scegli gli obiettivi e il contenuto del canale

Di che cosa hai intenzione di parlare nei tuoi video? Qual’è il tuo pubblico e perché dovrebbe continuare a seguirti? Crea un piano editoriale.

Crea un canale accogliente su Youtube

Chiaramente dovrai creare un logo e cercare di far capire agli iscritti che sono i benvenuti nella pagina del tuo canale, ma creare un canale accogliente significa anche aiutare gli utenti che arrivano sul tuo canale a trovare i contenuti più interessanti per cui dovrebbero seguirti e conoscerti meglio arrivando facilmente alle informazioni che vuoi condividere su di te e sul canale che hai creato.

Coltiva gli iscritti al tuo canale

Cerca di soddisfare le richieste dei tuoi iscritti, specialmente se noti che buona parte del pubblico richiede un determinato tipo di video e ascolta le loro osservazioni, in particolare rispondi ai commenti dei video e partecipa attivamente alla community “generale” di Youtube (e anche a quella del tuo canale naturalmente).

Analizza gli iscritti al canale

Una volta relizzati un certo numero di iscritti al canale avrai la possibilità di osservare le statistiche del tuo pubblico, solitamente condivise da Youtube in forma anonima, quindi la fascia d’età su cui i tuoi video hanno più presa, la posizione geografica dei tuoi iscritti (spesso è possibile sapere da che città/regione provengono le visualizzazioni) e alcuni gusti dei tuoi utenti. Non buttare all’aria queste informazioni ma usale per realizzare dei contenuti che i tuoi iscritti possano apprezzare.

Interessati di seo per Youtube

Così come Google, anche Youtube può essere visto come un motore di ricerca, dove ogni giorno vengono effettuate ricerche utilizzando numerose parole chiave. L’ottimizzazione per i motori di ricerca esiste anche per i video di Youtube e non potrai permetterti di trascurarla per farti conscere da nuove persone e aumentare il numero degli iscritti. Alcuni accorgimenti base possono essere la scelta di una specifica parola chiave o desiderio di ricerca, l’inserimento di una dettagliata descrizione del video e infine l’uso dei tag. Cerca di intercettare quelle che potrebbero essere le ricerche che farebbe un utente a cui pensi possa interessare e piacere il tuo video.

Dai il via a collaborazioni con altri canali Youtube

Come detto prima Youtube è un social network e come ogni social network che si rispetti ha una propria community. Cerca di individuare altri canali simili al tuo o che potrebbero avere interesse a collaborare con te, ad esempio banalmente un creatore di animazioni può collaborare volentieri con un creatore di colonne sonore e così via; potresti non solo aumentare la qualità dei video da offrire ai tuoi iscritti ma anche farti conoscere da nuove persone.

Crea un blog o un sito web di approfondimento

Curare oltre al canale un proprio spazio digitale può aiutarti a solidificare la community del tuo canale, ad esempio offrendo contenuti aggiuntivi di approfondimento o anche semplicemente la possibilità di leggere il testo dei tuoi video. Questo ti permetterebbe di aumentare il tuo raggio di azione, ad esempio ottenendo visite dalla rete in generale e dai motori di ricerca, visite che potrebbero trasformarsi in iscritti nel caso in cui magari leggendo l’articolo decidano di vedere il video originale (puoi incorporarlo sul tuo sito usando il codice di Youtube) e ne rimangano entusiasti, ma anche quando non vengano trasformati i visitatori del sito in iscritti, avrai comunque aumentato il numero di visualizzazioni dei tuoi video e la conoscenza generale del tuo canale.

Partecipa a degli eventi e segui i trend

Capita che spesso per alcune settimane alcuni argomenti diventino virali, imparando a sfruttare nel modo giusto questi argomenti nei tuoi video avrai la possibilità di farti conoscere, magari spiegando la tua opinione o anche semplicemente regalando qualche risata con video aventi a tema quello specifico argomento.

Non dimenticarti che così come gli iscritti si possono trovare online, anche offline è possibile farsi conoscere. Alcuni eventi possono essere l’occasione di realizzare nuovi video e gettare aria fresca sui tuoi contenuti, oltre che un modo aumentare la propria community.

Altri consigli per diventare uno youtuber di successo

Altri aspetti che varrebbe la pena valutare nei tuoi video sono, come detto prima, il parlare di argomenti di attualità, o comunque fare video che coinvolgano le persone coinvolgendo tematiche a cui stanno interessandosi; un modo facile e apprezzato è caricare delle parodie e video divertenti su temi o situazioni del momento. Come detto prima, andare agli eventi e permettere agli utenti di Youtube di conoscerti di persona sicuramente ti darà una marcia in più, ma anche guardare i canali di altre persone, collaborare, creare contenuti sempre nuovi e interessanti (magari dando una tempistica o un anticipazione sul nuovo video di volta in volta), creare contenuti eccezionali ed esercitarti a parlare e apparire nel modo pià interessante e meno noioso possibile nei tuoi video può essere di grande aiuto per aiutarti ad avere successo su Youtube.

   

_______

More Like This


Categorie


Economia

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

 

Categorie






 

Cerchi un insegnante di ripetizioni vicino a casa?
Trovalo subito usando questo sito!

Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it