Chi era Livio Andronico?

_______
Non si conosce la data di nascita e quella di morte ma si suppone sia vissuto nel 280-200 a.C. e che provenga dalla città di Taranto, fiorente città greca conquistata dai Romani nel 272 a.C.

Livio andronico venne a Roma, in data imprecisata, come schiavo del romano Livio Salinatore che lo fece precettore dei suoi figli, poiché all’epoca erano in molti a farli istruire dai greci, che effettivamente fornivano un’istruzione più completa. Grazie alla sua eccellente cultura Andronico fù affrancato e assunse il nome del suo patrono anteponendolo al proprio.


Livio Andronico fù quindi un greco che divenne romano, un letterato perfettamente bilingue che utilizzò le sue conoscenze per fare mediatore di cultura greca traducendo in lingua latina diversi testi di origine ellenica quali l’Odissea di Omero e una serie di tragedie e commedie.
Livio Andronico è considerato il primo poeta, drammaturgo e attore latino. Le sue opere rappresentano solamente esigui frammenti ma che comunque ci aiutano a comprendere le vere origini della letteratura latina. Le uniche date di nostra conoscenza sono il 240 a.C., come l’inizio della sua attività di autore e attore di opere teatrali, e il 207 a.C. in cui il poeta fù incaricato dai pontefici di comporre un inno, chiamato anche carmen, in onore di Giunone regina, per una celebrazione propiziatoria prima della seconda guerra punica.
Sappiamo inoltre che negli ultimi anni della sua vita gli fù affidata la direzione del Collegium scribarum histriorumque che era stato appena istituito: era una specie di corporazione di scrittori e attori.
La traduzione dell’Odissea probabilmente nacque dall’attività grammatica di Livio Andronico, cioè dalla necessità di avere un testo poetico greco da proporre ai suoi allievi e successivamente da tradurre. Non si esclude però che il poeta potesse aver tenuto delle letture pubbliche, o recitationes, di quel testo, rivolte ad un pubblico più ampio rispetto a quello costituito dai suoi allievi. Di questa opera tutt’oggi si conservano solo 30 frammenti o poco più, la maggior parte dei quali costituiti da un solo verso. In quest’opera di traduzione è presente una romanizzazione, ovvero l’utilizzo del saturnio al posto dell’esametro omerico.


   
_______

Altri articoli da leggere:

More Like This


Categorie


Scuola ed educazione

Tag


Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>



Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it