Carbrain: una retrocamera intelligente contro gli incidenti in retromarcia

_______

Stare alla guida non è sempre facile durante le ore di punta del caos cittadino o quando la visibilità è scarsa e il traffico impellente; purtroppo per molti autisti gli incidenti non mancano e i rischi che si corrono talvolta al volante possono essere mortali.

Uno dei “punti deboli” che presentano buona parte delle auto è l’incapacità nella visione per la parte posteriore, spesso male accompagnata dagli specchietti, e in modo particolare il famoso “punto cieco” derivante dal retro, in particolare dove si colloca la targa.

Fortunatamente, in una realtà sempre più in evoluzione, dove il progresso tecnologico è incalzante, una nuova startup emerge dal panorama italiano con una soluzione che potrebbe aiutare a diminuire il numero di incidenti causati dal punto cieco: Carbrain.

Siamo andati ad approfondire questa importante startup prendendo nota per prima cosa della sua missione ideale, che condividiamo per prima cosa con voi: rendere tutte le macchine intelligenti.

A nostro parere quest’idea potrebbe essere vincente e anzi rientrare all’interno di quell’importante insieme di idee che riescono a ottenere successo nel nostro panorama industriale: prendere un oggetto comune e renderlo più intelligente, aggiungendo valore e migliorando in questo modo la qualità di un prodotto;  tutto questo sicuramente farà gola alle case automobilistiche, in costante ricerca di nuove tecnologie che migliorino l’esperienza e la soddisfazione dei propri clienti e potrebbe interessare il mercato delle auto di lusso così come anche quelle sportive, che ben hanno bisogno di gadget dello stesso genere.

Secondo la nostra opinione, proprio in vista dell’idea del mercato in cui si aprirà questa startup italiana, presto sentiremo parlare di Carbrain anche in altre riviste automobilistiche, motociclistiche o sportive, come quella di un progetto di successo utile per la sicurezza stradale e per la tecnologia nelle auto.

Nascita e sfida di Carbrain, la nuova startup italiana nel mondo dei motori

CarBrain nasce da un connubio perfetto tra esperienza e dinamismo e da un mix di competenze adatte a colmare un attuale gap di mercato. Infatti CarBrain vuole rendere accessibile al parco circolante tutte le nuove tecnologie sviluppate, negli ultimi anni, per assistere alla guida.

Il primo prodotto innovativo che CarBrain lancerà nei prossimi mesi è un kit intelligente progettato per assistere il guidatore in fase di retromarcia.

Il team di CarBrain vuole risolvere il problema citato poco fa nel nostro articolo, purtroppo spesso trascurato e non evidente ai più ma sicuramente presente sulle strade in maniera preponderante: la limitatezza della visuale posteriore.
Infatti, non tutti sanno che il 70% degli incidenti avviene in fase di retromarcia e che la percentuale sale all’85% se si considerano solo sinistri stradali in cui persone hanno riportato danni. Insomma, la limitatezza della visuale posteriore è un nemico vivo, ma silenzioso.

Che cosa differenzia il kit CarBrain dalle altre retrocamere per auto?

Il kit CarBrain è composto da una retrocamera da collocare sulla targa (tramite un apposito porta targa progettato per scoraggiare il furto), un computer di bordo da inserire nella porta OBD (uno standard per tutti i veicoli dalla fine degli anni 90) ed una applicazione per smartphone (come output visivo).
Sembrerebbe una retrocamera qualunque se non fosse per delle peculiari innovazioni che la rendono unica sul mercato.
Infatti, il software del kit CarBrain si basa su tecnologie altamente innovative, come l’intelligenza artificiale e computer vision, ideate e sviluppate per assistere il guidatore durante la manovra. Il guidatore non solo non dovrà più preoccuparsi dei punti ciechi e del torcicollo, ma verrà anche notificato, con segnali audio e visivi, della presenza di qualsiasi pericolo o ostacolo, che sia fermo o in moto (p. es. altri veicoli, muri, bambini, animali etc.), presente sulla traiettoria di retromarcia.
Fare retromarcia non sarà mai stato così semplice, come non è mai stato cosi semplice installare una retrocamera!
Grazie alla tecnologia plug & play, l’installazione del kit non prevede nessun cavo (utilizza frequenze wireless appositamente sviluppate per evitare interferenze) e pertanto nessuna azione invasiva per il veicolo. Il tutto durerà pochi secondi e sarà alla portata di tutti (ci dispiace per gli elettrauti, ma non sarà più necessario il loro servizio).
Inoltre, il kit CarBrain non sarà mai “vecchio”! Grazie alla sua capacità di autoaggiornamento, il software sarà costantemente aggiornato, migliorando costantemente il livello tecnologico offerto.

   
_______

Altri articoli da leggere:

More Like This


Categorie


Elettronica e tecnologia

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>



Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it