Buonanotte ad un attore: poesia di Giuseppe Nardone

 

 

Woher sind wir geboren? - traduzione poesia di Goethe

Le tue sere passi in un locale,
Sembrerebbe un appartamento,
Ma in realtà non è un luogo così banale.
Ma no, non si tratta solo di divertimento,
Lì si pensa, si studia, si crea, ci si mette in gioco,
Per scoprire ciò che si è a poco a poco.
Anni fa questa magia hai scoperto
E forse grazie a lui, il tuo cuore un po’ si è aperto.
Grazie a cosa? Grazie a chi, vorrai dire!
Ma certo, é dal teatro che la tua anima si è fatta rapire.
Il teatro non è un oggetto, non è un luogo, non è una scusa per saltare la lezione,
Per ESSERE teatro bisogna avere la passione.
Sì, teatro si è, non si fa.
Non basta una battuta per strappare una risata ad uno spettatore seduto là.
Se l’attore non trasmette il suo sentimento,
Lo spettacolo sarebbe solo un fallimento.
È per questo che tu sei riuscito a farmi innamorare,
Dopo che una sera ti son venuta ad ascoltare.
Potrei stare ore ed ore a guardarti recitare,
Ma con le parole e con il cuore tu riesci a farmi emozionare.
Buonanotte ad un uomo che è teatro
E che pur di trasmettere il proprio essere,
Si esibirebbe persino in un piccolo quadrato.

 

Stupenda poesia scritta da Giuseppe Nardone, che siamo felici di pubblicare online nel nostro portale culturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*