Breve storia del Lago Omodeo e di Ula Tirso

_______

Breve storia del Lago Omodeo e di Ula Tirso

Il Lago dei Segretri (breve storia del Lago Omodeo e di Ula Tirso)
Il lago Omodeo è uno scrigno che sotto l’acqua nasconde vari tesori: tombe di giganti, domus de janas, un insediamento prenuragico, una foresta tropicale fossile con alberi di 20 milioni di anni, ossa di animali estinti, i resti di un paese ricostruito altrove e anche una casa a due piani che appare e scompare a seconda del livello dell’acqua. Sembra che questo edificio non voglia abbandonare del tutto la superficie, anche se il suo tempo è passato da un pezzo ed è legato alla storia della vecchia diga di Santa Chiara. Che comincia circa un secolo fa.
I lavori della costruzione della diga iniziarono nel 1917 e vennero ultimati nel 1924 dall’Ing. Angelo Omodeo (ecco la derivazione del nome del lago) e dall’Ing Giulio Dolcetta.
Il lago all’epoca era il più grande bacino artificiale d’Europa poi superato da altri.
Lo scopo di questa importante opera era quello di produrre energia elettrica e sfruttare le acque del fiume Tirso per l’irrigazione del Campidano, prima di iniziare i lavori però c’era il Piccolo villaggio di Zuri, un agglomerato di una ventina di case che si trovava a 88 metri sul livello del mare mentre il bacino avrebbe raggiunto 105 metri sommergendolo.
Fu necessario un mese per la demolizione del villaggio che venne ricostruito su una altura vicina, c’era anche un altro problema, una chiesetta Romanica del 1291 che non è stata lasciata al suo destino ma smontata e ricostruita all’ingresso del piccolo borgo.
A valle della diga venne costruita la centrale elettrica e grazie ad essai, Ula Tirso fu il primo paese della Sardegna ad avere l’energia elettrica.
Nel 1997 venne inaugurata la nuova diga più alta e dal bacino più capiente e tutto il passato scomparve per sempre…….. o quasi, si perchè la foresta pietrificata, qualche nuraghe, pali della luce e anche quella che viene chiamata la casa del capo centrale o da alcuni “casa del custode”. di tanto in tanto quando il livello dell’acqua scende di diversi metri riemergono riportando alla luce il passato.

   
_______

Altri articoli da leggere:

More Like This


Categorie


Ambiente e architettura

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>



Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it