Biografia appunti letteratura Giovanni Pascoli riassunto breve della vita

_______

(Riassunto breve – vita)

Giovanni Pascoli nacque il 31 Dicembre del 1855 nei pressi di San Mauro di Romagna, da una famiglia della piccola borghesia rurale, di condizione abbastanza agiata: il padre, Ruggero, era fattore della tenuta “La Torre”, possedimento di alcuni principi di Torlonia.

Giovanni era il quarto di dieci figli.

La tranquilla situazione della famiglia patriarcale precipitò a seguito di una tragica disgrazia che segnò la vita del poeta: il padre Ruggero tornando a casa dal mercato di Cesena fu ucciso a fucilate, forse a causa di qualcuno che aspirava a prendere il suo posto di amministratore.

Gli autori del gesto non furono mai individuati e questo lasciò nel giovane Pascoli un senso bruciante di ingiustizia.

La morte del padre provocò notevoli difficoltà economiche alla famiglia, che dovette trasferirsi prima a San Mauro e poi a Rimini dove Giacomo, il figlio maggiore, aveva trovato lavoro, assumendo un ruolo paterno.

Nel 1868 morì la madre e la sorellamaggiore, nel 1871 mkorì il fratello Luigi, nel 76′ Giacomo.

Sin dal 1862 Pascoli era entrato con i fratelli Giacomo e Luigi nel colleggio degli Scolopi  ad Urbino, nel quale ricevette una formazione classica, base essenziale per la sua cultura.

A causa delle ristrettezze della famiglia dovette lasciare il colleggio ma grazie alla generosità di uno dei professori potè continuare gli studi a Firenze, sempre presso gli Scolopi; lì terminò il liceo.

Nel 1873 a causa del brillante esito di un esame (della commissione faceva parte Carducci) ottenne una borsa di studio presso l’università di Bologna, nella quale frequentò la facoltà di lettere.

Pascoli subì il fascino dell’ideologia socialista che allora si diffondeva negli ambienti studenteschi e partecipò a numerose manifestazioni contro il governo venendo arrestato nel 1879 trascorrendo pertanto alcuni mesi in carcere venendo alla fine assolto.

Quest’ ultima esperienza segno in Pascoli un trauma che lo terrà distante dalla politica militanteper il resto della vita anche se rimarrà sempre fedele all’ideologia socialista nel suo senso umanitario, che prevedeva la bontà e la fraternità tra gli uomini.

Si laureò nel 1882 una volta ripresi gli studi parlando nella sua tesi dell’antico lirico greco Alceo.

Intraprese quindi la carriera di insegnante liceale presso Matera enel 1884 a Massa. Le due sorelle (Ida e Mariù) andarono a vivere con lui in quest’ultima località ricostruendo il “nido” ideale familiare che i lutti avevano cancellato; nel 1887 andò a Livorno insegnando lì fino al 1895; sempre accompagnato dalle sorelle.

Dopo il matrimonio di Ida nel 1895 prese in affitto una casa a Castelvecchio di Barga vicino alla campagna lucchese. Lì, assieme alla sorella Mariù trascorrea lunghi periodi rimanendo a contatto con la campagna, per Pascoli Eden di serentà e pace.

Nel 1895 Pascoli ottenne anche la cattedra di Grammatica greca e latina all’università di Bologna, successivamente letteratura latina all’università di Messina dove rimase a insegnare fino al 1903.

Andò poi a Pisa e infine dal 1905 subentrò a Carducci nella cattedra di letteratura a Bologna.

Il poeta morì a Bologna, poco dopo essersi trasferito per curare il fatale cancro allo stomaco il 6 Aprile 1912.

 

Approfondimenti

   
_______

Altri articoli da leggere:

More Like This


Categorie


letteratura

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it