Beowulf contro Grendel (traduzione in italiano)

_______


Beowulf e Grendel

Questo testo è solo un estratto dall’intera storia di Beowulf.

Parla della battaglia tra il mostro Grendel e l’eroe Beowulf.

[…] The iron-braced door
turned on its hinge when his hands touched it.
Then his rage boiled over, he ripped open
the mouth of the building, maddening for blood,
pacing the length of the patterned floor
with his loathsome tread, while a baleful light,
flame more than light, flared from his eyes.
He saw many men in the mansion, sleeping,
A ranked company of kinsmen and warriors
quartered together. And his glee was demonic,
picturing the mayhem: before morning
he would rip life from limb and devour them,
feed on their flesh; but his fate that night
was due to change, his days of ravening
had come to an end.

Mighty and canny,
Hygelac’s kinsman was keenly watching
for the first move the monster would make.
Nor did the creature keep him waiting
but struck suddenly and started in;
he grabbed and mauled a man on his bench,
bit into his bone-lapping, bolted down his blood
and gorged on him in lumps, leaving the body
utterly lifeless, eaten up
hand and foot. Venturing closer,
his talon was raised to attack Beowulf
where he lay on the bed, he was bearing in
with open claw when the alert hero’s
comeback and armlock forestalled him utterly.
The captain of evil discovered himself
In a handgrip harder than anything
he had ever encountered in any man
on the face of the earth. Every bone in his body
quailed and recoiled, but he could not escape.
He was desperate to flee to his den and hide
with the devil’s litter, for in all his days
he had never clamped or cornered like this.
Then Hygelac’s trusty retainer recalled
his bedtime speech, sprang to his feet
and got a firm hold. Fingers were bursting,
the monster back-tracking, the man overpowering.
The dread of the land was desperate to escape,
to take a roundabout round and the flee
to his lair in the fens. The latching power
in his fingers weakened; it was the worst trip
the terror-monger had taken to Heorot.

Traduzione in italiano (in alcuni punti letterale)

La porta rinforzata con ferro
girò sui suoi cardini quando le sue mani la toccarono.
Allora la sua rabbia ribollì, spalancò con forza
la bocca dell’edificio, impazzendo per il sangue,
attraversando tutta l’estensione del pavimento
con il suo passo ripugnante, mentre una luce maligna,
fiamma più che luce, lampeggiava dai suoi occhi.
Lui (Grendel) vide molti uomini nel palazzo, addormentati,
una compagnia d’alto grado di parenti e guerrieri
squartati insieme. E la sua gioa era demoniaca,
immaginando il caos: prima del mattino
lui avrebbe tolto la vita strappandoli a pezzi e li avrebbe divorati,
si sarebbe nutrito della loro carne; ma il suo destino quella notte
doveva cambiare, i suoi giorni di rapacità
erano giunti alla fine.

Potente e astuto,
il parente di Hygelac (Beowulf) stava osservando attentamente
la prima mossa che il mostro avrebbe fatto.
E la creatura non lo tenne in attesa
ma colpì improvvisamente e fece un balzo;
afferrò e mutilò un uomo sulla sua panca,
azzannò la carne sino alle ossa, trangugiò il suo sangue
e lo divorò a pezzi, lasciando il corpo
totalmente senza vita, mangiato del tutto
dalle mani ai piedi. Avvicinandosi di più,
il suo artiglio era alzato per attaccare Beowulf
che giaceva sul letto, lui stava avanzando
con artigli aperti quando la reazione e la
stretta dell’eroe che era sveglio lo immobilizzarono completamente.
Il capitano del male si trovò
in una stretta più forte di qualsiasi cosa
che avesse mai incontrato in nessun uomo
sulla faccia della terra. Ogni osso del suo corpo
si indebolì e si ritrasse, ma lui non poteva scappare.
Cercava disperatamente di scappare nella sua tana e nascondersi
con i cuccioli del demonio, perché in tutti i suoi giorni
non era mai stato immobilizzato o messo all’angolo in questo modo.
Allora il fidato sostenitore di Hygelac si ricordò
il suo discorso al momento di andare a dormire, balzò in piedi
e tenne una stretta decisa. Le dita stavano scoppiando,
il mostro stava arretrando, l’uomo stava avendo la meglio.
Il terrore (si intende il mostro) del luogo cercava disperatamente di scappare,
di prendere una via secondaria e fuggire
nella sua tana, nella brughiera. Il potere di tenere stretto
nelle sue dita si indebolì; era il peggior viaggio
che il venditore di terrore avesse fatto a Heorot.

Analisi dell’opera

Infonotiza.img


   
_______

Altri articoli da leggere:

More Like This


Categorie


Recensioni

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>



Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it