Accettazione dei cookie



Cosa sono i beni di consumo nel marketing? (Riassunto breve)




Tipi di prodotti nel marketing
Immagine da Pixabay

Introduzione

I prodotti possono essere classificati in vari modi; una delle differenziazioni in questo senso più usate nel marketing prevede la divisione dei prodotti in “beni industriali” e “beni di consumo”.

In questo articolo cercheremo di approfondire il concetto di “bene di consumo” nel marketing.

Cosa sono i beni di consumo?

I beni di consumo possono essere definiti come quell’insieme di prodotti o servizi che vengono acquistati dai consumatori finali al fine di essere utilizzati privatamente, o comunque a livello personale o nella cerchia ristretta rispetto all’acquirente.

I beni di consumo vengono suddivisi a loro volta in:

  1. Beni di acquisto ponderato
  2. Beni di convenienza
  3. Beni speciali
  4. Beni d’acquisto d’impulso

I beni ad acquisto ponderato

I beni ad acquisto ponderato sono quei beni le cui caratteristiche (ad esempio prezzo, qualità, caratteristiche) vengono confrontate dal cliente stesso, che provvede a verificare queste ultime rispetto all’offerta delineata della concorrenza: un esempio potrebbe essere l’acquisto di una lavatrice oppure di un frigorifero.

I beni di convenienza

I beni di convenienza sono quell’insieme di beni che vengono acquistati con frequenza dai clienti, in maniera rapida, e le cui caratteristiche non vengono verificate dal cliente dettagliatamente rispetto a quelle dei prodotti della concorrenza: eventualmente il cliente effettua una comparazione, ma piuttosto ridotta e sbrigativa; è il caso ad esempio dell’acquisto di una comune spugna per i piatti.

I beni speciali

I beni speciali sono quei beni che detengono caratteristiche appunto “speciali”, non facilmente imitabili, non replicabili dalla concorrenza, o nel cui marchio i clienti si riconoscano fortemente; un esempio di prodotti speciali sono le auto di lusso.

I beni d’acquisto d’impulso

I beni d’acquisto d’impulso sono una serie di beni il cui acquisto da parte del cliente “non era stato previsto” prima della visione degli stessi e il relativo “l’impulso d’acquisto”: comprare questi beni non era stato “progettato” inizialmente dal cliente se non dopo la loro scoperta nel giusto contesto distributivo.


Approfondimenti consigliati

Vota questo articolo
[Voti: 1   Media: 5/5]

More Like This


Categorie


Economia

Categorie


Infonotizia.it è un blog di pubblicazioni online che si pone come obiettivo incentivare lo sviluppo culturale della rete.





Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it