Appunti Hegel coscienza e autocoscienza

Hegel autocoscienza coscienza


La Coscienza si divide in:

 

– Certezza sensibile

Inizialmente appare come la certezza più ricca ma in realtà è la più povera. Essa rende certi solo di una cosa singola, questa cosa, in quanto presente ora qui davanti a noi. La certezza sensibile è certezza del generico questo ,che è universale,il quale dipende dall’io che lo considera anch’esso universale

– Percezione

Si ha lo stesso un rinvio all’universale. Un oggetto non può essere percepito, come uno nella molteplicità delle sue qualità, se l’io non prende su di se l’affermata unità.
– Intelletto
Vede nell’oggetto un semplice fenomeno, a cui si contrappone l’essenza vera dell’oggetto.
Il fenomeno essendo solo nella coscienza, essa ha preso coscienza di se stessa ed è diventata autocoscienza.
Per una spiegazione più approfondita ti consiglio di visitare questa pagina
tra l’altro vale la pena di dare un occhiata anche qui.

Autocoscienza (Attività concreta dell’io)

Signoria e servitù
L’autocoscienza per realizzarsi deve mettersi a confronto con un’altra autocoscienza e mediante un desiderio raggiungere
l’indipendenza
Stoicismo e scetticismo
L’indipendenza dell’io rispetto alle cose trova manifestazione nello stoicismo
Coscienza infelice
Separazione radicale tra uomo e Dio


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*