“A Goffredo Mameli” – poesia di Corrado Cioci su Goffredo Mameli

_______________

____________________
 
 
 
 
 

Puoi vedere il video della poesia cliccando qui.

Titolo della poesia:

“A Goffredo Mameli”

Ardor giovanil irruente, cone un mar in tempesta ci muovi per arditi passi.
Spirar tra le braccia del generale savoiardo
Il poeta sognatore, che un canto d’Italia
aveva per la patria dal cor creato.
Una sola e indivisibile , che unisce la lingua
e inchiostro.
Ah roma al poggio del papa tiranno
un lamento dalla mura si leva!
Scorri Popolo come fiume in piena
non sia catena a troncar la via.
Farsi libero governo
e non un chiostro santo, al canto del chiercuto che semina inganno .
Goffredo dal petto impavido
giovinetto di tutto entusiasmo,
per roma liberata al suo gran salto,
periva tra mura e sasso, al colpo del
francese che pria canto
la marsigliese poi fu lupo in agguato.
Oh libera città in libero spazio
coi tre saggi al tuo comando,
volevi repubblica, alla ferrigna corona.
Quanti sono i prelati che mangiano
al tuo piatto?
Quanti ancor più vorrebbero sotto la veste
far misfatto?
Goffredo, figlio di roma campione d’Italia
come l’altri fieri alzò la testa contro
Il tiranno bianco.
Alla fede, alla carità s ‘affida il sovrano
arcano ma inver come vipera soffia
veleno e affanno.
Risorgi dal lungo sonno, dal cupo pianto
In cui ti verso il popolo infingardo !
Dalle tue ceneri di antica gloria
uno squillo di tromba ti sprona
E’ l urlo dei giovani combattenti
degli eroi puri che han scavato
nella coscenza.
Montà dilaga in gni dove
quel grido fiero
come un mar dilaga, forte
minaccioso,non teme freno o porto.
Al capo il bel poeta che mai vide l’ età
migliore ma muore da profeta !
Era il tempo di battaglie ardite
di cimieri franti di cavalieri
armat,i di spade sonanti.
A te il dolce ricordo vate d ‘italia.
In te base e amore che ci unisci
qual vele di una nave,
che rende forte il naviglio nel temporale .
Con te, con il coraggio che infonndesti
nel tuo canto ogni italiano
sì inorgoglisce,
pronto a morir cone te
che solo a venti
l’ anima hai reso,
per la gloria dell eterno.

 


Autore: Corrado Cioci


 

Commento dell’autore alla poesia:

Tributo a Goffredo Mameli
Giovane patriota che morì nella difesa
Della Repubblica romana nel 1849
A soli 20 anni

La Repubblica Romana del 1849 (nota anche con il nome Seconda Repubblica Romana, la prima è quella di epoca napoleonica) fu uno Stato repubblicano sorto in Italia durante il Risorgimento a seguito di una rivolta interna che nei territori dello Stato Pontificio ebbe come esito la fuga di papa Pio IX dai suoi poteri temporali. Fu governata da un triumvirato composto da Carlo Armellini, Giuseppe Mazzini e Aurelio Saffi.


Acquistare libri scritti da Corrado Cioci sul web

Puoi trovare online i libri di questo autore partendo da Amazon o da altre librerie digitali e fartelo arrivare a casa.

Per leggere altre poesie pubblicate su Infonotizia.it da Corrado Cioci puoi effettuare una ricerca tramite l’apposito modulo del nostro sito: inserisci il nome dell’autore e clicca sulla casella specifica per avviare la ricerca, visualizzerai le sue pubblicazioni a partire dalla più recente.


 

   

_______

More Like This


Categorie


letteratura italiana

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 




 

Categorie


Cerchi un insegnante di ripetizioni vicino a casa?
Trovalo subito usando questo sito!

Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it